Back to top

Chi siamo

I sentieri si costruiscono viaggiando.

“Poiché ogni invenzione umana è frutto di un desiderio o di un sogno di una o più persone, mi sembra giusto incominciare la storia del Gabbiano partendo dal sogno d’origine, fatto da colui che sarebbe stato il suo futuro fondatore, padre Emilio Maroni” (Da Sulla scia di un gabbiano, di Francesco Cappelletti).

Il racconto del Gabbiano, raccolto e trascritto da uno degli storici frequentatori, inizia così. E in effetti se il Gabbiano esiste lo si deve all’iniziativa decisa e lungimirante di un sacerdote dei “concettini” e di un gruppo di volontari, con il sostegno del Lions Club Cantù-Mariano.

Il desiderio era quello di togliere la disabilità dalla “vergogna” (era l’inizio degli anni ottanta e non era ancora matura la consapevolezza odierna rispetto al tema) per restituire dignità alle persone e valorizzarle: lo fecero invitando le persone disabili a uscire di casa e frequentare un centro dove potevano svolgere lavori per conto delle ditte del territorio.

Ciò che la cooperativa è diventata poi, e che è raccolto in questo sito, riposa su quel momento iniziale di risposta a un bisogno non solo visto, ma proprio intravisto con sguardo acuto e sensibilità. Quel nocciolo rimane scritto nel nostro Statuto ed è alla base dell’impegno della cooperativa: “perseguire l’interesse generale della comunità locale alla promozione umana e all’integrazione sociale delle persone svantaggiate”.

Lo facciamo attraverso la gestione di servizi sociali, socio-sanitari, educativi e con iniziative culturali. Nel corso degli anni i servizi della Cooperativa si sono diversificati fino a coprire una complessa articolazione di aree di intervento nel settore socio-assistenziale diurno e residenziale (centri diurni e comunità alloggio) e in quello socio-sanitario e riabilitativo (piscina, ambulatori), per giungere negli ultimi anni anche a coprire l’ambito della logopedia e psicomotricità per bambini, compresa la certificazione per i cosiddetti DSA.

Di pari passo, anche l’organizzazione della cooperativa si è maggiormente articolata. Oggi contiamo circa 90 soci, 60 volontari, 35 dipendenti, quasi altrettanti professionisti collaboratori. Nella nostra sede di Via Baracca entrano circa 400 persone al giorno nei vari servizi.

Nel corso del tempo il Gabbiano è diventato un attore stabile e conosciuto sul territorio, sia perché offre servizi, sia perché genera relazioni. La peculiarità del Gabbiano infatti è quella di favorire apertura e incontro tra le persone, a partire dal livello del singolo cittadino e della sua famiglia fino ad arrivare a quello della collaborazione con Istituzioni, enti, scuole e imprese.